Fandom

Yugioh Italian Wiki

Yami Yugi

2 854pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Yami & Yuugi.jpg

Yugi e Yami Yugi

Images55.jpg

Il faraone Atemu

Yami Yugi (闇の遊戯, Yami no Yūgi) è un personaggio immaginario della serie manga e anime Yu-Gi-Oh!, ideata da Kazuki Takahashi. Assieme al suo alter ego Yūgi Mutō, è il protagonista della serie.

"Yami Yugi" è il nome con cui lo spirito del Millennium Puzzle (Puzzle de Millennio nella versione italiana dell'anime) è comunemente indicato nel doppiaggio statunitense e italiano, mentre in quello originale viene chiamato "Yami no Yūgi" ("Yūgi oscuro"), "Mō hitori no Yūgi" ("Altro Yūgi") o "Na mo naki Farao" ("Faraone senza nome"). Yūgi Mutō lo chiama "Mō hitori no boku" ("Altro me stesso"). Inizialmente, tutti gli altri lo chiamano semplicemente "Yūgi", non riuscendo a distinguerlo dal suo alterego. Come verrà rivelato alla fine della serie, il suo vero nome è "Atem" ("Atemu").

IndiceModifica

DescrizioneModifica

Yami Yugi ha un carattere molto forte, formatosi anche grazie ad esperienze passate, che il giovane ora non ricorda, e a quelle vissute nel presente accanto a Yūgi. Si lancia contro ogni pericolo, è indomito, testardo e coraggioso, scaltro e astuto in duello, portato a fare discorsi sull'onore, sull'amicizia e la lealtà. Il fascino dell'oscurità qualche volta lo ha reso poco incline alla compassione e lo ha completamente trasformato: sebbene sia un eroe positivo, non ha alcun riguardo per i malvagi e i bugiardi e mentre duella, anche se rispetta l'avversario, non ha alcuna pietà, emblematico è l'episodio in cui durante il duello con Seto sul tetto del castello di Pegasus, sia disposto ad attaccarlo anche quando questi si mette sul cornicione per far leva sulla sua compassione, rischiando di farlo cadere ed ucciderlo, venendo fermato solo dall'intervento di Yugi Muto. Nell'antico Egitto, è stato un sovrano giusto e generoso.

Fisicamente, Yami Yugi si può considerare una versione più adulta di Yūgi. Ha gli occhi color ametista, i capelli scuri con le punte viola, screziati da ciocche dorate, e una lunga frangia bionda. Condividendo il corpo di Yugi, indossa i suoi stessi abiti, tranne quando ritorna a vestire i panni da faraone. Lo troviamo allora con addosso un lungo mantello blu, una tunica corta tenuta stretta alla vita da una cintura, gioielli d'oro e una corona sulla fronte; al collo, il Millennium Puzzle, di cui il giovane è stato il secondo possessore dopo suo padre. Lo lascerà a Seth assieme al trono d'Egitto.

StoriaModifica

Quando Yūgi ha completato il Millennium Puzzle risveglia lo spirito di Yami Yugi, quest'ultimo non ricordava nulla del suo passato, neppure il proprio nome. A poco a poco, Yami Yūgi e il suo alter ego divengono consapevoli l'uno dell'esistenza dell'altro e il loro rapporto si fa più forte. Lo spirito, infatti, è molto protettivo nei confronti di Yūgi, che tratta come un amico (nella versione originale dell'anime, lo chiama sempre "aibō", "compagno"). Durante gli anni in cui resta al suo fianco, si trova ad affrontare i più disparati nemici, e scopre che proprio Yūgi è la chiave della sua memoria, situata nel Millennium Puzzle. Nel corso della storia, Yami Yugi capisce che la sua vita è iniziata 5000 anni prima in Egitto, dov'era faraone, e che si è sacrificato per salvare il mondo da una grave minaccia. Nell'ultimo story arc della serie, Millennium World, riuscirà finalmente a ricordare il suo nome, Atem, e a sconfiggere definitivamente il suo antico nemico. Il suo ultimo duello Atem lo disputa per la sua libertà della sua anima dal mondo dei vivi, Atem deve affrontare un avversario e perdere il duello (ma non deve farlo spontaneamente), Seto si offre di combatterlo, ma Yugi si oppone e dice che il suo avversario deve essere lui stesso. Quindi Atem e Yugi si scindono anche a livello fisico sdoppiandosi e si affrontano in un duello, Yugi combatte con il suo deck nuovo mentre Atem con il potentissimo deck di incantatori e divinità egizie. Atem evoca le tre divinità egizie in un colpo solo e lo mette alle corde, ma Yugi allora rivela a tutti come si sentiva. Sapeva di essere molto inferiore ad Atem, da lui visto come una figura in una bufera di sabbia che a stento riusciva a vedere, ma più il tempo passava e più sentiva il desiderio di raggiungerlo e continuava a camminare dietro la sua schiena per poterlo raggiungere un giorno. Yugi dice che quel giorno è arrivato e che riuscirà anche a superare il suo amico, e per dimostrarlo distrugge tutte le divinità egizie in un colpo solo. Yugi e Atem combattono senza esclusione dei colpi e dopo aver perso persino il Mago Nero, Atem cerca di resuscitare Slifer per finire Yugi, ma l'ultima contromossa di quest'ultimo annulla l'evocazione e mette fine al duello col successivo attacco. Atem è libero e può lasciare il mondo dei vivi tra le lacrime di tutti.

DeckModifica

Da vero e proprio Re dei giochi, Yami Yugi possiede un ottimo deck, formato per la maggior parte da Incantatori (Mago Nero, Giovane Maga Nera, Valkyria del Mago, ecc.). Anche Yugi usa questo deck, avendolo costruito insieme al faraone. La punta di diamante è costituita dalle tre Divinità Egizie: Slifer Drago del Cielo, Drago Alato di Ra e Obelisco del Tiranno. Yami Yugi ha un buon gioco, le sue strategie sono equilibrate, e assieme a Yugi forma una squadra eccezionale; ben poche sono state le sconfitte. La sua carta preferita è indubbiamente il Mago Nero. È considerato il duellante più forte nella storia del Duel Monsters.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso